Il giardino dei Finzi Contini

Giorgio Bassani Eugenio Montale

You are here: Home - Books - Il giardino dei Finzi Contini


Il giardino dei Finzi Contini

Il giardino dei Finzi Contini By Giorgio Bassani Eugenio Montale Il giardino dei Finzi Contini Gli orrori della persecuzione fascista e razzista la crudelt della storia l incantesimo dell infanzia e la felicit del sogno sono gli elementi intrecciati con grazia e eleganza di questo romanzo tr

  • Title: Il giardino dei Finzi Contini
  • Author: Giorgio Bassani Eugenio Montale
  • ISBN: 9788806174354
  • Page: 331
  • Format: Paperback
  • Il giardino dei Finzi Contini By Giorgio Bassani Eugenio Montale Gli orrori della persecuzione fascista e razzista, la crudelt della storia, l incantesimo dell infanzia e la felicit del sogno sono gli elementi intrecciati con grazia e eleganza, di questo romanzo triste e dolcissimo La prima edizione del romanzo del 1962.
    Il giardino dei Finzi Contini By Giorgio Bassani Eugenio Montale

    • DOWNLOAD PDF ✓ Il giardino dei Finzi Contini - by Giorgio Bassani Eugenio Montale
      331 Giorgio Bassani Eugenio Montale
    • thumbnail Title: DOWNLOAD PDF ✓ Il giardino dei Finzi Contini - by Giorgio Bassani Eugenio Montale
      Posted by:Giorgio Bassani Eugenio Montale
      Published :2020-01-22T17:41:05+00:00

    One thought on “Il giardino dei Finzi Contini

    1. Kalliope on said:

      An Elegy encapsulated in a garden Recalled through the torn veils of memory this semiautobiographical interlude evokes the life of the Finzi Contini, a Jewish and wealthy Ferrarese family, during the ominous late 1930s.Those lives are revived during a visit to an Etruscan cemetery twenty years later Another kind of garden.The novel opens for us a garden of lost youth, where illusions grew in a fertile ground and where the possibilities seemed endless Echoes of the primeval garden, of an overgrow [...]

    2. Teresa on said:

      for me, no less than for her, the memory of things was much important than the possession of them, and in comparison with that memory all possession, in itself, seemed just disappointing, delusive, flat, insufficient.The way I longed for the present to become the past at once, so that I could love it and gaze fondly at it any timeIt was our vice, this looking backward as we went ahead The inner flap of this edition mentions Marcel Proust, but even without that I m sure I would ve thought of him [...]

    3. StevenGodin on said:

      Set in the northern Italian city of Ferrara against the rise of fascism during Mussolini s reign in power, it s late 1930 s and our narrator, like Giorgio Bassani himself, is a member of Ferrara s Jewish community, and this novel chronicles the early stages of the persecution of Italian Jews and little did I realise many Jews actually joined the Fascist Party , and at first the racial laws don t really seem to bother many of the characters involved As a student our narrator is blacklisted from h [...]

    4. Hugh on said:

      A historical novel set among an Italian Jewish community in the late 1930s, this book has lyrical descriptive passages and a moving elegiac storyline Very enjoyable.Like so many of the books I read long before joining GR, I would have to read this again to write a review that does it justice It is part of a cycle of novels set in Ferrara and three of the others are now available in the same Penguin Modern Classics series Like another of my favourite books, Hopeful Monsters by Nicholas Mosley, it [...]

    5. Dagio_maya on said:

      La mia ansia che il presente diventasse subito passato perch potessi amarlo e vagheggiarlo a mio agio era anche sua, tale e quale Era il nostro vizio, questo d andare avanti con le teste sempre voltate all indietro Il testo di Bassani che oggi leggiamo il risultato di almeno tre rimaneggiamenti che l autore fece rispetto all originaria edizione del 1962 Quello che fondamentalmente cambia la prospettiva di questa storia che si svolge a Ferrara dal racconto in terza persona,e dove il protagonista [...]

    6. Whitaker on said:

      You really can t read about a garden in a book from the Western tradition without thinking of that very first one the Garden of Eden Not when that garden is so much front and centre of a novel that it s in the title And especially not when that garden is a walled off sanctuary from the oppression of Facist Italy There s even an alluring Eve Any evocation of the Garden of Eden is, however, also an evocation of its consequence the Fall and the loss of innocence The Garden of the Finzi Continis is [...]

    7. Stella on said:

      Un capolavoro Tutto il resto che potrei dire mi pare non sia all altezza di spiegare cosa regala questo libro Chiss , poi, perch non l avevo ancora letto.Bassani per quasi vent anni corregge e rivede le versioni del testo il risultato un opera raffinatissima, curata in ogni parte, in cui tutto, parole, immagini, vicende sembrano collocate al posto giusto, senza che sia rimasto nulla di ridondante o di superficiale Tutti i vari piani del testo sanno fondersi, confondersi, trapassare l uno nell al [...]

    8. Joselito Honestly and Brilliantly on said:

      There is no such thing as a happy place All places bring sadness Think even of places with the loudest laughter, like a carnival Late in the night, when all the visitors had left, you ll see the ferris wheel and the other rides unmoving This one gay place suddenly desolate, eery In China there s an abandoned theme park It has become, to the local inhabitants nearby, like a ghost town.In the back cover blurb and in the five page prologue of this novel you ll learn at once that except for the narr [...]

    9. Sandra on said:

      Un romanzo di formazione, una storia di iniziazione all a e alle sofferenze della vita adulta, una testimonianza della situazione degli ebrei italiani durante gli anni che precedettero immediatamente la guerra e delle conseguenze delle leggi razziali, tutto questo pu dirsi e molto altro ancora di un romanzo che un capolavoro della letteratura tutto questo stato per me, trascinata nella lettura come dalla piena di un fiume dalla scrittura limpida e perfetta di Giorgio Bassani, ed immersa in una a [...]

    10. Sara on said:

      Un classico italiano di rara bellezza di cui tutto ci che ricordavo della mia prima lettura alle scuole medie era soltanto la figura di Micol, che non mi era mai stata simpatica durante tutto il romanzo L a del narratore di cui non conosciamo il nome per la figlia dei Finzi Contini il vero filo rosso del romanzo ed ci a cui ruota attorno ogni evento raccontato dal protagonista le numerose partite di tennis nel giardino della famiglia di lei, il corteggiamento di lui, i tentati allontanamenti fis [...]

    11. Gauss74 on said:

      Me lo avevano detto in tanti, che Il giardino dei Finzi Contini era la migliore opera di Giorgio Bassani, persino meglio degli Occhiali d oro , eppure facevo fatica a crederci non ultimo perch lo ricordo come uno dei tanti mattonazzi adolescenziali che ci venivano propinati dalla professoressa di lettere di turno.Ed invece no, il problema non era il libro bens la professoressa, che dava da leggere libri troppo complessi a studenti troppo giovani evidentemente dando per scontato che la giovent de [...]

    12. Alessia on said:

      Quando la mia professoressa mi ha comunicato che per quest anno avrei dovuto leggere Il giardino dei Finzi Contini , non ero poi cos entusiasta della cosa, perch mi erano giunti commenti poco positivi su questo libro Leggendolo, mi sono ricreduta ampiamente E un lungo ricordo, questo libro, un modo come un altro per far rivivere un a che non c pi , ucciso dalla follia del nazismo, un a mai corrisposto, ma pur sempre a Questo libro il tentativo disperato di Giorgio Bassani di far rivivere ancora [...]

    13. Denis on said:

      A Masterpiece One of Italy s greatest novels, about Jewish people during the rise of fascism, but also about many other things that are universal youth, the lure of beauty, unrequited love, untold desires, decadence It s as elegiac and heartbreaking as a piece of great literature can be One of those novels that touch the heart and the mind, that illuminates the human spirit, and whose melancholic enchantments remain haunting long after the book is closed.

    14. Davide on said:

      Lettura di qualche annetto fa trenta Approfondito riassunto coevo Il libro racconta una parte della vita dell autore nella Ferrara ebrea con i suoi amici Micol ed Alberto Finzi Contini e Malnate.

    15. • Frannie • on said:

      Era il nostro vizio, questo d andare avanti con le teste sempre voltate all indietro.Lo devo ammettere, alla fine la famiglia Finzi Contini ha stregato pure me In una Ferrara funestata dalle leggi razziali fasciste che impediscono a molti giovani l accesso a biblioteche e club privati, il magnifico giardino dei Finzi Contini rappresenta un occasione per riunirsi, passare dei pomeriggi spensierati, far crescere degli amori e delle amicizie, coltivare, nonostante l angoscioso clima della guerra, d [...]

    16. Geoff on said:

      God damn mutherfucking William fucking Weaver is the fucking translator par exce motherfucking llence of god damn Italo fucking Calvino and no shit he went and fucking translated this bitch ass fucking book by Giorgio fuckshit Bassani well good god damn I guess I better look into this sonofabitch of a fucking book, eh.

    17. Tintaglia on said:

      4.5Come sia riuscita a tenermi lontana da tutta una serie di classici cos belli uno dei misteri della scuola italiana.

    18. wutheringhheights_ on said:

      Mic l ripeteva di continuo a Malnate che a lei del suo futuro democratico e sociale non gliene importava un fico, che il futuro, in s , lei lo abborriva, ad esso preferendo di gran lunga le vierge, le vivace et le bel aujourd hui , e il passato, ancora di pi , il caro, il dolce, il pio passato E siccome queste, lo so, non erano che parole, le solite parole ingannevoli e disperate che soltanto un vero bacio avrebbe potuto impedirle di proferire, di esse, appunto, e non di altre, sia suggello qui [...]

    19. Rebecca on said:

      Quanti anni sono passati da quel remoto pomeriggio di giugno Pi di trenta Tuttavia, se chiudo gli occhi, Micol Finzi Contini ancora l , affacciata al muro di cinta del suo giardino, che mi guarda e mi parla Era poco pi che una bambina, nel 1929, una tredicenne magra e bionda con grandi occhi chiari, magnetici Io, un ragazzetto in calzoni corti, molto borghese e moltp vanitoso, che un piccolo guaio scolastico bastava a gettare nella disperazione pi infantile Ci fissavamo entrambi Al di sopra di l [...]

    20. Iain McNab on said:

      This is a wonderful book, a heavily autobiographical novel published in 1962 In my opinion it brilliantly embeds a personal memory of first love into a specific historical and social context the condition of Italian Jews in late 1930s Ferrara, as the Fascist Racial Laws are introduced and Italy begins to align itself closely with Nazi Germany So much is packed into just 250 pages of resonating prose and yet the power of the book as a memorial for a doomed family, a vanished way of life, comes a [...]

    21. Marcela on said:

      4.5 Un libro precioso El tema y el tono es la nostalgia, as que le gustar a todos los nost lgicos y aquellos que a oran y aprecian los valores de la aristocracia Es tambi n una historia de juventud y del descubrimiento del amor, a coming of age story Las minuciosas descripciones del narrador, sin llegar a ser tediosas, logran recrear perfectamente el ambiente de la poca, del jard n de los Finzi Contini jardines como los del mejor de los palacios y de la amistad que une al narrador con esta famil [...]

    22. Amandine on said:

      Review italiano fran aisHo prima avuto un p di male a veramente essere nella storia, ma alla fine della parte seconda, ho riuscito comincia a piacermi e non ho pi fermato la mia lettura E la storia della famiglia ebrea dei Finzi Contini avanti la seconda Guerra mondiale Il narratore s innamora della figlia di questa famiglia, Micol, ma lei non vuole di lui e la sola a capire che non sono fatti l uno per l altro La fine, il lettore la conosce gi dall inizio, nel prologo la famiglia non soppravive [...]

    23. Valentina on said:

      Parto col dire che questo libro mi stato dato da leggere a scuola, e che io sono il tipo di persona che odia che la scuola interferisca con le sue abitudini letterarie, ma stranamente questo non ha influenzato la mia lettura Fin dalle primissime pagine mi sono ritrovata a rileggere le stesse righe pi volte, incantata dalla prosa lirica e delicata di Bassani, e desiderando assaporarla fino in fondo La mia copia costellata di orecchie e sottilineature in due o tre colori di evidenziatore diversi, [...]

    24. Nancy on said:

      This novel has been languishing on my bookshelves for years and years I can t quite say why I never started reading it, but I think I shied away from the subject matter.I don t know if another translation would have made a difference in my reading experience, but I had a really hard time getting into this book The descriptive passages were just too dense the details in the writing overwhelmed me and, I was waiting for something to happen other than the inevitable political upheaval.As I approach [...]

    25. aithusa on said:

      Iniziato pi volte e altrettante volte abbandonato, finalmente sono riuscita a portarlo a termine Giorgio Bassani scrive Il giardino dei Finzi Contini basandosi su una famiglia di ebrei ferrarese realmente esistita, il capofamiglia Ermanno Finzi Contini , infatti, ispirato alla figura di Silvio Magrini che fu arrestato nel 1943 e trasferito poco dopo nel Lager di Fossoli.Il romanzo comincia con una visita alla necropoli etrusca di Cerveteri dove il narratore in gita con alcuni amici, la mente del [...]

    26. (P)Ila on said:

      Per nulla amante della letteratura italiana, mai avrei pensato di assegnare un voto cos alto a questo libro ma Bassani mi ha conquistata.Nella Ferrara degli anni 40 in pieno regime fascista, il Narratore, di cui mai verremo a sapere il nome, ci racconta la storia, la sua, di un a tormentato perch mai corrisposto e di un amicizia interrotta, della speranza che dovr arrendersi davanti all evidenza e di una vita pervasa dalla malinconia.L a inizia come un sentimento adolescenziale che da semplice a [...]

    27. Chiara (Catullina) on said:

      Ti passer e molto pi presto di quanto tu non creda Certo, mi dispiace immagino quello che senti in questo momento Per un pochino anche t invidio, sai Nella vita, se uno vuol capire, capire veramente come stanno le cose di questo mondo, deve morire almeno una volta E allora, dato che la legge questa, meglio morire da giovani, quando uno ha tanto tempo davanti a s per tirarsi su e risuscitare Una storia liscia, pulita, rotonda Scritta con uno stile pacato, morbido Come una fotografia di un tempo p [...]

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *